ASSETTO DEL TERRITORIO

Di fondamentale importanza è il COMPLETAMENTO DELL’ITER BUROCRATICO DEL PUC: il gruppo Casagiove nel Cuore si impegna pertanto, a portare a definizione il Piano Urbanistico Comunale con una visione della città incentrata sul minimo consumo del suolo, di un piano per gli insediamenti produttivi snello e performante, che attragga anziché respingere gli imprenditori, e su un piano di recupero del Centro Storico da attuare anche attraverso una politica di rigenerazione urbana, con previsione di nuovi alloggi di edilizia popolare per le persone svantaggiate e di housing sociale per coloro che non possiedono i requisiti per accedere alla predetta edilizia popolare.

Prevediamo, inoltre, di intervenire sul PIANO DI RECUPERO DEL CENTRO STORICO, ormai anacronistico e poco utilizzato, con un piano che incentivi i privati agevolando gli interventi di recupero abitativo, soprattutto finalizzati a ridurre al massimo il rischio sismico ed il recupero igienico funzionale degli immobili.

Non meno importanza sarà data alla questione delle CAVE ed al suo recupero ambientatale che, in uno con le COLLINE DEL TIFATA, avranno la nostra massima considerazione e vedranno in Casagiove nel Cuore il baluardo a difesa e valorizzazione di un territorio da preservare e consegnare alle future generazioni, migliorato più che depredato. Per questo ci batteremo per garantire e migliorare questa eccellenza naturale, unitamente alle altre Istituzioni preposte (Ministero dell’Ambiente, Regione, Provincia, Soprintendenza) ed al fianco di tutte quelle associazioni ambientaliste ed ecologiste che volessero collaborare con la Città di Casagiove.

Una rivisitazione della disciplina urbanistica è senz’altro da considerare per Via Appia, che per la sua vocazione commerciale, non trova appoggi di sviluppo nell’attuale regolamentazione locale che, anzi, in contrasto con la normativa nazionale e regionale, inserisce, in un modo che riteniamo illegittimo, limiti e vincoli.

Al pari di una nuova disciplina urbanistica, però, Il Gruppo Casagiove nel Cuore si prefigge l’obiettivo principe di snellire l’iter delle pratiche urbanistiche, anche alla luce del nuovo Decreto sulla Semplificazione approvato dal Governo, con la finalità di far ripartire un settore da troppo tempo paralizzato.

In quest’ottica:

  • si procederà con AFFIDAMENTI PROFESSIONALI quale attività di supporto ai responsabili del procedimento, al fine di velocizzare il completamento delle pratiche burocratiche.
  • verrà istituita la COMMISSIONE SISMICA.
  • verrà istituito lo SPORTELLO IMPRESA, corsia preferenziale per la presentazione di
    progetti da parte delle imprese al fine di incentivare le realtà imprenditoriali, artigiane e non.

ATTIVITÀ PRODUTTIVE E COMMERCIO

Per incentivare l’APERTURA DI NUOVI ESERCIZI COMMERCIALI, valuteremo la fattibilità di intervenire sulle imposte e di garantire un fitto calmierato con IMU al minimo per i proprietari dei locali commerciali.

Sarà programmato nei primi mesi di attività lo sviluppo di un nuovo piano commerciale, ovvero del SIAD, Strumento d’Intervento per l’apparato distributivo, per integrare nella funzione commerciale, problematiche non contemplate negli strumenti urbanistici, colmando un gap normativo e strutturale rispetto alle dinamiche commerciali affermatesi negli ultimi decenni e le liberalizzazioni delle attività del settore.

In sinergia con esso saranno valutate strategie di attrazione del turismo di prossimità, realizzate passando anche attraverso l’utilizzo di nuovi strumenti tecnologici, che possano fungere da volano per la promozione e il rilancio del centro storico, della Nazionale Appia e di riflesso di tutta la città. Si potenzierà l’APP della città di Casagiove, in cui saranno inseriti tutti gli esercizi commerciali e le informazioni utili con notizie sulla storia della città di Casagiove.

Al fine di armonizzare la cartellonistica esistente, il gruppo Casagiove nel Cuore si impegna a modificare il piano degli IMPIANTI PUBBLICITARI mediante la rivisitazione dei siti e il ridimensionamento della cartellonistica, con semplificazione delle procedure e censimento di tutta la pubblicità esistente sul territorio.