Casagiove nel Cuore, la candidata consigliere Rosa Russo: “Pari opportunità, protezione civile e politiche sociali al centro del mio impegno”

Non è alla sua prima esperienza elettorale per decidere il governo di Casagiove la candidata al Consiglio comunale Rosa Russo, che in linea di continuità con il passato supporta il candidato sindaco Danilo D’Angelo, auspicando di assistere al trionfo della lista “Casagiove nel Cuore” con il risultato delle votazioni del 20 e 21 settembre p.v.

Insegnante e madre di due bambini, Rosa Russo non nasconde l’entusiasmo di ritrovarsi tra la gente, dopo il peso della lontananza vissuta negli ultimi mesi; circostanza che raddoppia la sua voglia di rimanere accanto alle persone di Casagiove.

Incontrare tanti amici in questo periodo intenso di campagna elettorale ha rafforzato in me la convinzione che non aver scelto la strada della rassegnazione, quando per molti eravamo spalle al muro, è risultato sin da subito una scelta vincente, anche se la strada è in salita. Una candidatura che ha radici nel mio vissuto quale cittadina casagiovese e, soprattutto, come uno dei membri della Commissione Pari Opportunità, quella che la scorsa Amministrazione tra le altre cose non ha inteso rinnovare.

Oggi mi ripresento all’elettorato con la certezza che Casagiove deve avere una possibilità! Qualcuno mi considera una idealista, ma l’impegno profuso durante il rush finale di questo tour elettorale ha consolidato il mio punto di vista: ognuno nella propria città deve avere la possibilità di scegliere dove passeggiare, dove trascorrere il tempo, dove portare i bambini a giocare, a quale iniziativa partecipare e soprattutto vivere la città sotto il profilo culturale dando finalmente spazio ai giovani.

I ragazzi devono assolutamente riappropriarsi del tessuto urbano in maniera positiva e le istituzioni non possono rimanere sorde ai loro richiami e alla loro idea di città. Il desiderio di una biblioteca comunale, per esempio, non può più essere glissato, come non possiamo più rimediare alle mancanze del nostro Comune usufruendo dei servizi offerti da quelli viciniori. Un’attenzione particolare inoltre riveste per me il corpo della Protezione Civile, un organo che ha dimostrato la propria efficacia in situazioni di emergenza rimanendo a disposizione dei i cittadini, e sempre pronto con i suoi eccezionali volontari ad intervenire in caso di rischio.

E tra i rischi di sicuro c’è quello ambientale, che comporta gravi ripercussioni a danno della salute collettiva. Un problema posto al centro delle preoccupazioni di ognuno di noi e delle progettualità siglate dalla coalizione di Casagiove nel Cuore. A tal proposito sposo appieno le ricerche della DD. Clinic Foundation e del dott. Andrea Del Buono, che pioneristicamente sta dimostrando con uno studio circoscritto al monitoraggio dei nostri terreni, e di riflesso di acqua e aria, che sfruttando le tecnologie di fitorimediazione e di chelazione possiamo evincere la presenza di metalli pesanti nel suolo casagiovese: elementi rivelatesi cancerogeni e dannosi per la salute dell’uomo”.